Il Community Lab di Assogevi lancia WeCoWorking, il primo coworking a Vicenza pensato anche per chi ha bambini. Open Day mercoledì 25 ottobre dalle 9 alle 20.

IL​ ​CASO
È di pochi giorni fa un articolo del Sole24Ore che ha aperto il dibattito sui social network sul tema lavoro e maternità. L’articolo riporta un dato allarmante: il 78% delle dimissioni convalidate dall’ispettorato del lavoro nel 2016 sono state di donne con figli. Questa emorragia di professionalità, competenza e capacità ha conseguenze sia per tutto il tessuto produttivo della nostra società, che perde risorse spesso altamente formate, sia per la stabilità economica delle famiglie. Sono ancora troppo poche le aziende che attivano programmi di Smart Working o di telelavoro. La via più praticata è quella di trasformare la propria attività in libera professione o di trasformare in mestiere le proprie passioni, magari sfruttando il digitale, e di cercare di rimanere attive negli spazi lasciati liberi dalla famiglia. Si finisce per lavorare di notte, mentre i bambini sono a scuola o fanno i compiti. Oppure, se non si hanno figli e magari il posto fisso diventa sempre più un miraggio, si finisce con l’isolarsi e perdere tutti quegli stimoli che derivano dalla sensazione di fare parte di un gruppo, con cui condividere i momenti difficili e quelli dei successi.
È una reazione neurofisiologica: come riporta, tra gli altri, la Berkeley University, far parte di un gruppo aumenta la produzione di ossitocina ed il senso di generale benessere: di conseguenza aumentano la produttività e la qualità del lavoro prodotto.

IL​ ​COWORKING visita i locali
Come è nata l’idea di attivare WeCoWorking?​ Cristina Memoli, ideatrice e coordinatrice, con Paola Benetti, di questo progetto, ci spiega cosa l’ha stimolata a proporre e far crescere questa realtà:
“E’ innanzitutto un progetto che nasce con uno scopo sociale, rivolto soprattutto alle donne. Sono infatti le donne che riscontrano le maggiori difficoltà di ingresso e rientro nel mercato delle professioni, nella conciliazione tra casa e lavoro, nel riconoscimento di pari retribuzione e pari opportunità.
Il coworking è un modello già diffuso in molte città, basato sul concetto che condividere e collaborare permette di crescere secondo modalità più fertili e sostenibili. Rispetto al tradizionale mercato competitivo, genera più valore, tanto sociale, quanto culturale, quanto economico.”

IL​ ​COBABY visita i locali

Paola Benetti, ideatrice del progetto insieme a Cristina Memoli e coordinatrice delle attività del cobaby CoBaBee​, racconta come è partita l’iniziativa “Tutto nasce con l’idea di creare uno spazio familiare e confortevole per mamma e bambino, dove il distacco nel momento del lavoro risulti minimo e meno difficile o disagevole. Come mamma ho vissuto profondamente questa realtà e il mio desiderio è sempre stato quello di arrivare a fornire una soluzione efficace ed effettiva a chi si trovi in questa stessa situazione e voglia rimettersi in gioco dopo un parto.”

IL​ ​RUOLO​ ​DI​ ​ASSOGEVI
Come si inserisce nelle attività di Assogevi il progetto Community Lab con WeCoWorking e CoBaBee? Ne parliamo con Claudio Barbieri, Presidente dell’Associazione. “Il progetto Community Lab rientra a pieno titolo nella nostra attività che si basa sulla proposta di iniziative formative, aggregative e di sviluppo della persona che abbiano una ricaduta positiva sulla collettività. Il coworking, il cobaby e il ciclo di incontri formativi gratuiti che partiranno con l’Open Day del 25 ottobre​, rispecchiano perfettamente lo spirito di condivisione e la volontà di fare rete che dal 2001 ha sempre contraddistinto la nostra realtà associativa.”

I​ ​SERVIZI​ ​A​ ​DISPOSIZIONE
Chiediamo a Giorgia Costeniero, Responsabile dei Progetti di Assogevi: quali servizi sono a disposizione degli aderenti?
“Proprio per nostra natura, non potevamo pensare ad una proposta uguale alle altre: quindi l’abbiamo arricchita di optional. Oltre a fornire agli aderenti lo spazio nella struttura, il servizio CoBaBee e i momenti formativi, Assogevi mette a disposizione zona bar/cucina, WiFi gratuito, stampante e scanner, segreteria front desk, servizio accoglienza, help desk hardware e software, ricezione corrispondenza. Abbiamo anche il vantaggio di una sede storica, circondata da un parco, con parcheggio, mezzi pubblici, supermercato e servizi letteralmente a pochi metri. Insomma un vero e proprio ufficio (e anche di più) ma senza le incombenze economiche che questo richiederebbe.”

LA​ ​FORMAZIONE
Sandra Farisano coordina le attività formative e racconta:
“Sono freelance ormai da diversi anni, ma quando ho iniziato ho sentito moltissimo la mancanza di sostegno in tutti quegli ambiti che non riguardavano direttamente il mio lavoro, ma di cui un libero professionista o un piccolo imprenditore non può fare a meno. Per questo mi è sembrato importante, parte stessa del progetto, non limitarsi allo scambio di conoscenze spontaneo e informale, che è uno dei vantaggi del coworking, ma dare vita a veri e propri momenti formativi strutturati.

Cominciamo con un ciclo di 7 workshop tutti i mercoledì dalle 18.30 alle 20 in cui parleremo di obiettivi, competenze, tempo, comunicazione pubblica, lavoro in team e in network.”

Gli​ ​appuntamenti
Mercoledì 25 ottobre 2017 OPEN DAY per poter provare senza impegno WeCoWorking e CoBaBee dalle 9 alle 18.
Workshop tutti i mercoledì dalle 18.30 alle 20 presso la sede Assogevi di Villa London Tacchi, Viale della Pace 89, Vicenza

25 ottobre: Community Lab: risorse per il lavoro
8 novembre: Come pianificare gli obiettivi
15 novembre: Ri-conosci le tue competenze!
22 novembre: Si può moltiplicare il tempo??
29 novembre: Comunicare in pubblico 3.0
6 dicembre: Come far funzionare il team
13 dicembre: Dal team al network, cosa cambia?

L’Open Day e tutti i workshop sono gratuiti, ma hanno posti limitati.
È possibile prenotare al 377 706 4375, scrivendo a assogevi@gmail.com o su eventbrite.it.