CORSO PER GENITORI: PER PROTEGGERE I PROPRI FIGLI DAI PERICOLI DELLA RETE

In questo percorso, Assogevi, intende fornire a genitori poco esperti di nuove tecnologie e social network alcune informazioni utili a contrastare il cyberbullismo, lo stalking e il grooming e i pericoli della rete.

Pensando in termini educativi, non ci si può esimere dall’educare i minori anche all’uso corretto degli strumenti digitali nei confronti degli altri ma anche verso se stessi. Anche in rete come nel mondo tangibile esistono tante opportunità quanti pericoli. Non si può più parlare di “virtuale” perchè non c’è più nulla di virtuale, perfino i videogame hanno una sezione di chat che consente l’interazione con altre persone, che non sempre sono coetanei di nostro figlio ..e non sempre le loro intenzioni si limitano al gioco.

Attraverso alcuni accorgimenti tecnici e logistici la famiglia può gestire e controllare nel migliore dei modi l’attività informatica e “social” dei proprio figli minori, tutelandone così la salute psicofisica e la loro sicurezza.

Inoltre, alcuni accorgimenti, risultano utili anche per gli adulti stessi , preservandoli dalle truffe informatiche.

Pochi incontri potranno già mettere in luce le modalità con cui vengono adescati i minori in rete, come accorgersi che il figlio è vittima di cyberbullismo o stalking, come contrastare il fenomeno e quali sono i mezzi a nostra disposizione per avere giustizia.

Sempre con una metodologia semplice alla portata anche dei meno esperti, il corso si pone l’obiettivo di preparare i genitori poco esperti in tema di social network, uso sicuro dello smartphone e delle nuove tecnologie.

Le statistiche raccolte dall’UNICEF in materia parlano chiaro , si invita alla lettura : INDAGINE GLOBALE

Articolo del Giornale di Vicenza del 21.2.2016