CAPACITA’ EMOTIVE E SOCIALI competenze trasversali

A CURA DELLA DOTTORESSA GIULIA DISEGNA – psicoterapeuta psicoanalitica

Il benessere dei ragazzi poggia su due pilastri fondamentali: la famiglia e la scuola.
Scopo del progetto sulle capacità emotive e sociale è proprio quello di promuovere il benessere dei ragazzi mediante l’ausilio di attività esperienziali volte all’educazione della sfera affettiva e sociale della personalità ed all’acquisizione delle competenze trasversali.
L’idea a fondamento degli interventi programmati è che trasmettendo alcune capacità psicologiche ai ragazzi, questi siano in grado di affrontare meglio la conoscenza di sé, la rielaborazione delle proprie emozioni e le interazioni con gli altri.
Questo permette lo sviluppo di un’atmosfera socio-affettiva favorevole in una classe. Trovando dunque nella classe un luogo di accoglienza ed empatico, gli alunni potranno dedicare le loro energie psichiche all’apprendimento del sapere e io perché la loro attenzione non sarà catalizzata da
conflitti e rapporti interpersonali problematici, bensì su un luogo dove trovare rispecchiamento con i pari.
E’ importante quindi non trascurare gli aspetti emotivi del processo di sviluppo dei ragazzi poiché in ogni situazione di apprendimento c’è un continuo passaggio dalla sfera affettiva e conoscitiva.
DESTINATARI:
Il progetto è rivolto alle classi della scuola secondaria di primo e secondo grado. Primariamente però è prevista una presentazione del progetto sia ai genitori che al corpo docente:
Attività con insegnanti
 1 incontro iniziale di presentazione rivolto a tutti gli insegnanti che hanno aderito alla proposta in cui saranno illustrati gli obiettivi e la metodologia dell’intervento (incontro propedeutico)
Attività con genitori
 1 incontro iniziale con i genitori, condotto dagli operatori referenti del progetto alla presenza degli insegnanti, al fine di illustrare il progetto
 1 incontro con i genitori al termine delle attività in classe, condotto dagli operatori referenti del progetto alla presenza degli insegnanti, per una condivisione dell’esperienza

MODALITA’:
L’intero progetto tiene in considerazione i fondamenti delle social skills e delle competenze trasversali, la sostenibilità emozionale e la cooperazione e la collaborazione. Nello specifico viene proposto:
 FOCUS SULLE EMOZIONI, EMPATIA, COMUNICAZIONE POSITIVA ED EFFICACE

A scuola, luogo deputato alla crescita e all’apprendimento, i ragazzi ogni giorno sono impegnati nell’acquisizione di abilità e competenze nuove afferenti sia alla dimensione cognitiva che affettiva e relazionale.
Nel processo di crescita infatti la sfera cognitiva e la sfera affettiva risultano avere un ruolo di uguale importanza ed essere indissolubilmente legate tra loro.
L’affettività risulta quindi avere un ruolo fondamentale nel contesto scolastico: riconoscere, comprendere e saper gestire le emozioni che si vivono nella quotidianità, e sentirsi sicuri e accettati costituiscono le basi per uno stato di benessere emotivo a scuola nonché una
condizione facilitante per l’apprendimento.
Il laboratorio è volto ad avvicinare i ragazzi al tema delle emozioni. Le attività promuovono la capacità del ragazzo di riconoscere le emozioni proprie e altrui e la capacità di gestire in modo costruttivo i propri vissuti.
 COOPERAZIONE E COLLABORAZIONE, FOCUS SUL LAVORO DI GRUPPO
Il gruppo classe costituisce una dimensione significativa per il ragazzo poiché rappresenta il contesto in cui acquisisce conoscenze, abilità e in cui sperimenta la costruzione di legami significativi differenti rispetto a quelli presenti all’interno della famiglia.
Il laboratorio vuole essere un’occasione per studenti e docenti di sperimentare il lavoro di gruppo (di grande o piccola dimensione), caratterizzato da specifiche metodologie e strumenti che possono essere di volta in volta adattati al contesto del gruppo classe. Il lavoro di gruppo può costituire infatti una risorsa per l’attività didattica e un’opportunità per il potenziamento delle capacità del singolo di mettersi in relazione con gli altri, di riconoscere il punto di vista altrui e di adeguare il proprio comportamento alla dimensione di gruppo
 PROBLEM SOLVING E RESILIENZA
Negli interventi in classe è importante creare occasioni in grado di sviluppare nei ragazzi momenti di consapevolezza favorendo l’espressione a scopo orientativo di interessi, di punti di vista, di propensioni e di bisogni di apprendimento personali. Il gruppo-classe può diventare una valida risorsa per sviluppare la cooperazione, lo scambio e l’autoefficacia relazionale dell’adolescente.
OBIETTIVI SPECIFICI:
Gli obiettivi specifici dell’esperienza ruotano attorno alla finalità generale di creare un clima sereno di relazione all’interno del gruppo-classe.
Ogni incontro è strutturato in modo tale da alternare momenti di tipo esperienziale ludico ad altri più riflessivi e di condivisione di esperienze e vissuti personali.
L’educazione affettiva per i ragazzi riguarda molteplici aspetti della vita quotidiana e coinvolge sia l’ambito relazionale e emotivo che quello cognitivo.
Le finalità che fanno da sfondo a tutti gli interventi sono:
 promuovere il benessere affettivo-relazionale dell’alunno sia nel rapporto con gli adulti che nei confronti dei compagni;
 favorire la fiducia in sé accrescendo l’autostima e l’aiuto reciproco.
Tali finalità si articolano in alcuni obiettivi specifici:

1. stabilire relazioni significative con l’adulto e con i compagni.
2. acquisire fiducia nell’ambiente.
3. accrescere l’autonomia.
4. promuovere il rispetto di sé, degli altri e degli spazi condivisi.
5. ricercare soluzioni alle problematiche.
6. condividere nella dimensione del gruppo alcuni valori (rispetto della diversità, aiuto
solidale).

Per saperne di più potete contattarci al n.377.7064375