CAPACITA’ EMOTIVE E SOCIALI : competenze trasversali

Cosa sono Le competenze per la vita (“life skills”), secondo la definizione data dalla Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel 1993, sono l’insieme di abilità personali e relazionali che servono per governare i rapporti con il resto del mondo e per affrontare positivamente la vita quotidiana, “competenze sociali e relazionali che permettono ai ragazzi di affrontare in modo efficace le esigenze della vita quotidiana, rapportandosi con fiducia a se stessi, agli altri e alla comunità”, abilità e competenze “che è necessario apprendere per mettersi in relazione con gli altri e per affrontare i problemi, le pressioni e gli stress della vita quotidiana.”

In definitiva, l’interazione fra le varie abilità è ciò che produce potenti risultati comportamentali, specialmente quando questo approccio è supportato da altre
strategie.
Lo scopo principale dell’acquisizione di “competenze per la vita” è, in sintesi, il superamento degli ostacoli e la capacità di vivere al meglio delle proprie possibilità.
La mancanza di tali skills socio-emotive può causare l’instaurarsi di comportamenti negativi e a rischio in risposta agli stress.

Quali sono le skills socio-emotive

Autoconsapevolezza: conoscere se stessi, i propri bisogni e desideri, punti deboli e forti.
Capacità relazionali: interagire e relazionarsi con gli altri in modo positivo.
Comunicazione efficace: sapersi esprimere in ogni situazione.
Gestione delle emozioni: riconoscere e gestire le proprie emozioni e quelle degli altri.
Gestione dello stress: governare le tensioni, conoscere e controllare le fonti di tensione.
Empatia: ascoltare e comprendere realmente gli altri.
Saper prendere decisioni in modo costruttivo.
Creatività nel risolvere i problemi.
Senso critico: analizzare e valutare situazioni e informazioni.

Finalità. L’affettività ha un ruolo fondamentale nel contesto scolastico: riconoscere, comprendere e saper gestire le emozioni che si vivono nella quotidianità e sentirsi sicuri e accettati, costituiscono le basi per uno stato di benessere emotivo a scuola nonché una condizione facilitante per l’apprendimento.
Le finalità che fanno da sfondo a questo intervento sono:
implementare le capacità di adattamento all’ambiente;
implementare le capacità di gestione dello stress;
promuovere e favorire le dinamiche di gruppo e le capacità di collaborazione;
promuovere il benessere affettivo-relazionale dell’alunno sia nel rapporto con gli adulti che nei confronti dei compagni;
favorire la fiducia in sé accrescendo l’autostima e l’aiuto reciproco.

Obiettivi.
Stabilire relazioni significative con l’adulto e con i compagni.
Acquisire fiducia nell’ambiente.
Accrescere l’autonomia.
Promuovere il rispetto di sé, degli altri e degli spazi condivisi.
Ricercare soluzioni alle problematiche.
Condividere nella dimensione del gruppo alcuni valori (rispetto della diversità, aiuto solidale).

Formatrice

Giulia Disegna

Sono psicologa psicoterapeuta e ho una formazione di tipo psicodinamico ad orientamento psicoanalitico. Mi occupo di consulenza, sostegno psicologico, psicoterapia individuale e di gruppo, per adulti, adolescenti e bambini, Ho al mio attivo collaborazioni presso strutture pubbliche, in équipe multi professionali e con organizzazioni attive nella realizzazione di progetti per le scuole e nel sostegno alle famiglie. Ho conseguito il Master in Psicoterapia dell’Adolescenza dell’Istituto Minotauro, del prof. G.Pietropolli-Charmet.
Sono iscritta all’Albo degli Psicologi del Veneto dal 30/3/2012 con il numero 8232.
www.giuliadisegna.com

Il talento è una potenzialità trasformata e realizzata, è presente in ogni persona ma ha bisogno della volontà e del contesto per essere espresso.”
M.Seligman, padre della psicologia positiva.